Crotone,

Usura a Roma, arrestato avvocato legato ai Grande Aracri

C’ è anche Benedetto Giovanni Stranieri tra i 16 destinatari dei provvedimenti di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari emessi dal gip del tribunale di Roma a conclusione dell’operazione Old Cunning che ha consentito alla Dia di Roma di smantellare una associazione criminale dedita a usura e riciclaggio. Alle vittime venivano applicati tassi di interesse fra il 70 e il 150 per cento all’anno sulle somme prestate. Secondo gli investigatori tra i vertici del sodalizio criminale ci sarebbe anche la figura di Benedetto Stranieri, 53 anni, arrestato nel gennaio 2015 per concorso esterno in associazione mafiosa su ordine della Dda di Catanzaro (nell’ambito dell’inchiesta Amelia), ex maresciallo dei carabinieri diventato poi avvocato che secondo i magistrati calabresi avrebbe cercato di aggiustare una sentenza di Cassazione per conto del noto boss di `ndrangheta, Nicolino Grande Aracri. Tutti gli indagati di oggi a Roma, invece, sono accusati, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata all’usura, al riciclaggio e all’estorsione.
L’inchiesta, avviata nel 2012, ha consentito secondo gli investigatori di «far emergere l’esistenza di un gruppo organizzato in stretti rapporti con personaggi noti negli ambienti della malavita romana, oltremodo indicativi della caratura criminale dei capi del sodalizio e delle forti capacità di presa sulle vittime dei prestiti usurari».

Tag:,

Aurum