Crotone,
Tempo di lettura: 1m 4s

Tropea, il fratello del priore Lamanna non crede al suicidio e si rivolge a “Chi l’ha Visto?”

Il 5 febbraio 2016 Aldo Lamanna, 42 anni, Priore del convento dei Frati Minori della Sanità, è morto dopo essere caduto da un’altezza di almeno trenta metri dalla rupe di Tropea (Vibo Valentia). Le prime indagini hanno portato all’ipotesi del suicidio: il frate si sarebbe gettato volontariamente dallo spiazzo esterno del convento. Un testimone ha visto il corpo cadere in piedi con un braccio alzato. E’ stato aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, di cui a settembre 2016 il pm ha chiesto l’archiviazione. Non è stata comunque effettuata l’autopsia. Dalle testimonianze interne al convento sembra che negli ultimi giorni fosse particolarmente ansioso e preoccupato, tanto che proprio quel giorno gli altri frati avevano chiamato il suo medico per farlo visitare e quel pomeriggio il vicario del convento non voleva lasciarlo solo. Ma il fratello Antonio non crede al suicidio e ha chiesto l’aiuto degli spettatori di “Chi l’ha visto?”. Perché non è stato trovato sangue sui vestiti? Quando ha visto il corpo nella bara ha notato una ferita aperta sulla testa di cui nessuno ha parlato e di cui non ci sono foto. Come sono andate veramente le cose? Chi l’ha visto?