Crotone,

Stige, interdittiva antimafia per il canile “Mister Dog”

Interdittiva antimafia per il canile Mister Dog di Rocca di Neto. Il Prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, ha inviato una lettera ai sindaci della provincia affinché provvedano a trovare sistemazione ai cani che sono alloggiati presso la struttura Mister Dog. La causa è una interdittiva antimafia a carico dell’impresa alla quale viene interdetta, fino a pronunciamento contrario, la possibilità di contrattare con le pubbliche amministrazioni. L’interdittiva trae origine dalle risultanze dell’operazione della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, ed eseguita dai carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Crotone, denominata “Stige”. In quell’ordinanza i magistrati scrivono: “L’impresa “Mister dog srl”: l’impresa in argomento risultava gestita da Bartolo Luigi, uomo di fiducia di Castellano Vito ed inoltre annoverava, tra i propri dipendenti lo stesso Castellano. Con determina n. 365 del 22/06/2015 del Comune di Cirò Marina, otteneva l’affidamento, quale unica impresa partecipante alla gara d’appalto, del servizio di custodia e mantenimento dei cani randagi catturati in territorio comunale”. A questa attività i carabinieri del Ros dedicano un intero allegato dell’informativa per i magistrati della DDA.

E ora occorrerà trovare una soluzione, mentre l’impresa certamente ricorrerà al Tar, ma nel frattempo i cani dovranno avere una sistemazione diversa.

Tag:,

Istituto S.Anna