Crotone,

Stige, Guardia di Finanza confisca beni per un milione di euro

La caserma della Guardia di Finanza

A seguito di indagini patrimoniali – coordinate dal Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal Procuratore Aggiunto presso la DDA, Vincenzo Luberto e dal Sostituto procuratore della D.D.A. di Catanzaro, Domenico Guarascio – la Tenenza della Guardia di Finanza di Cirò Marina ha  sottoposto a confisca un patrimonio di oltre 1 milione di euro, nei confronti di Salvatore Morrone, pluripregiudicato, elemento di spicco della locale di ‘ndrangheta Farao-Marincola – con sede genetica a Cirò Marina, ma con importanti ramificazioni nel nord Italia, in Germania ed all’estero – recentemente attinto da ordinanza di custodia cautelare in carcere, nell’ambito dell’operazione denominata “Stige”, condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. Le Fiamme Gialle della Tenenza hanno dato esecuzione alla misura di prevenzione patrimoniale, emessa dal Tribunale di Crotone – Ufficio Misure di Prevenzione – a firma del Presidente Maria Vittoria Marchianò
e del Giudice estensore Alessandra Angiuli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro.
A tale importante risultato le Fiamme Gialle sono pervenute ponendo in essere estenuanti, complesse ed articolate indagini di polizia giudiziaria ed economico
finanziaria espletate attraverso un capillare controllo economico del territorio, effettuato mediante pedinamenti, osservazioni, accertamenti bancari e l’incrocio delle informazioni acquisite con i dati rilevati dalle banche dati in uso al Corpo della Guardia di Finanza.
Nello specifico, l’esecuzione del provvedimento, da parte dei Finanzieri calabresi, ha portato alla confisca, di svariati conti correnti e conti deposito, due ville
lussuose site nel Comune di Cirò Marina, un locale commerciale, 9 autoveicoli, un’azienda esercente l’attività di produzione di prodotti di panetteria
operante nel Comune di Cirò Marina e numerose quote societarie.

Tag:, , ,

Istituto S.Anna