Crotone,

Spaccio in via Acquabona: 25 avvisi di conclusione indagini

Sono oltre 40 gli episodi di spaccio documentati nel corso dell’operazione “Theseus”, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Crotone che ha notificato a 25 persone gli avvisi della conclusione delle indagini emessi dalla Procura della Repubblica di Crotone. Gli indagati sono ritenuti responsabili, anche in concorso tra loro, di aver detenuto e ceduto cocaina, eroina e marijuana, nel periodo di tempo compreso tra l’aprile 2014 e l’ottobre 2015.

Ancora una volta si tratta di episodi documentati nel quartiere di via Acquabona. E in effetti le indagini traggono origine da un sequestro di cocaina effettuato nel marzo del 2014 proprio in questo quartiere; nel corso di una perquisizione eseguita presso l’abitazione di P.C. cl. 75, nel vano sottosella di un ciclomotore Quad, erano stati trovati 18,10 grammi di cocaina. Di qui la decisione di ampliare le indagini, che hanno rivelato una abituale attività di spaccio, che gli inquirenti definiscono “uno spaccato di vita criminale cadenzato dal continuo andirivieni di tossicodipendenti che giornalmente si recano in via Acquabona, per approvvigionarsi dello stupefacente di cui fanno uso”. Un sistema agevolato dall’abusivismo edilizio che caratterizza il quartiere, nel quale strade pubbliche sono chiuse da muri, cancellate, o costruzioni che ostacolano l’intervento delle Forze dell’ordine e permettono di nascondere più facilmente lo stupefacente.

Tag:, ,

Istituto S.Anna