Crotone,
Tempo di lettura: 1m 16s

Si cosparge di liquido infiammabile e minaccia di darsi fuoco: sorvegliato speciale arrestato dalle volanti

Un crotonese di 57 anni, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale della pubblica sicurezza, è stato arrestato dal personale delle volanti per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, lesioni personali, violazione delle prescrizioni inerenti alla misura di prevenzione.

​ Nel cuore della notte, il predetto è stato individuato nei pressi dell’ospedale cittadino dagli agenti di una volante e, tenendo in una mano una bottiglia di alcool etilico e nell’altra un accendino, ha iniziato ad urlare, intimando loro di non avvicinarsi in quanto era sua intenzione recarsi al pronto soccorso per dare fuoco al nosocomio. 

​ Gli operatori hanno tentato di convincerlo a desistere dal proposito, ma invano, in quanto l’uomo ha iniziato a cospargersi del liquido infiammabile, minacciando di darsi fuoco. Pertanto gli agenti sono prontamente intervenuti per bloccarlo, incontrando la forte resistenza dell’uomo; nel corso della colluttazione che ne è conseguita, un agente, a seguito di una energico spintone,  oltre che cadere rovinosamente a terra, riportando un trauma toracico, èstato raggiunto agli occhi dall’alcool lanciatogli dal predetto, il quale, alla fine, è stato definitivamente bloccato.   

Pertanto, è stato tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.