Crotone,
Tempo di lettura: 1m 15s

Sestito: “Con quale criterio sono stati ripartiti i fondi per gli aeroporti”

Il governatore della Regione Occhiuto, insieme all’amministratore unico di SACAL Franchini, ha presentato nel corso di una conferenza stampa istituzionale il progetto che nell’arco di 24 mesi dovrà cambiare volto al sistema aeroportuale calabrese.

Delle ingenti risorse che saranno utilizzate, complessivamente circa 215 milioni di euro, la fetta più grande, pari a circa 120 milioni di euro, andrà allo scalo di Lamezia Terme. Circa 60 milioni di euro sono destinati allo scalo di Reggio Calabria mentre, indovinate un po’, allo scalo di Crotone sono destinati “ben” 36 milioni di euro, molti dei quali finalizzati alla realizzazione della base aerea di protezione civile.

A questo punto verrebbe da chiedersi: in base a quali criteri è stata definita la ripartizione delle risorse tra le diverse aree della Calabria? Chi, per il territorio crotonese, ha partecipato alla definizione degli interventi da realizzare nello scalo pitagorico, rappresentando i legittimi interessi di un’intera comunità, crotonese e ionica, senza alcuna seria infrastruttura di collegamento e quindi destinata all’isolamento?

Grazie, davvero grazie, a tutti gli elettori crotonesi e dell’arco ionico che hanno premiato con il loro voto i rappresentanti politici che certamente hanno a cuore il nostro territorio e le sorti delle nostre comunità. Per fortuna potremo contare sul deputato lametino Furgiuele, sulla deputata catanzarese Ferro o sul senatore cosentino Occhiuto per far valere le nostre ragioni.

Filippo Sestito

Alleanza Verdi Sinistra