Crotone,

Sequestro da 15 milioni a imprenditori vicini ai Grande Aracri

Due provvedimenti, uno di sequestro e l’altro di confisca, hanno riguardato beni riconducibili a due imprenditori del crotonese che operano rispettivamente nel settore della lavorazione del legname e in quello turistico-alberghiero. Il valore dei beni ammonta a circa 15 milioni di euro

I due imprenditori sono ritenuti dagli inquirenti “contigui” alla cosca “Grande Aracri” di Cutro, Crotone. Le misure sono state eseguite dalla Direzione Investigativa Antimafia su ordine dei Tribunali di Catanzaro e di Crotone, basandosi sugli esiti di indagini condotte dalla Dia, e al termine di accertamenti patrimoniali sugli imprenditori, effettuati in un arco temporale di circa venti anni.

Maggiori dettagli saranno resi noti dagli inquirenti nel corso di una conferenza che si terrà alle 11 presso la sede della Sezione Operativa Dia del capoluogo di regione.

Tag:,

Istituto S.Anna