Crotone,
Tempo di lettura: 1m 27s

Roccabernarda, aggredito l’ex sindaco Coco: è in prognosi riservata

Lo hanno aspettato all’interno della proprietà che delimita la casa di campagna e lo hanno aggredito con un bastone appena è sceso dall’automobile. L’ex sindaco di Roccabernarda, Francesco Coco, 74 anni, si trova ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Catanzaro dove è arrivato nella notte appena trascorsa. Coco è stato soccorso dal personale del 118 e trasportato all’ospedale di Crotone da dove, viste le gravi condizioni, è stato poi trasferito a Catanzaro. Al momento non sarebbe in pericolo di vita. L’aggressione è avvenuta poco prima della mezzanotte di ieri. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro e quelli del Reparto Operativo e del Nucleo Investigativo di Crotone. Ad aggredire Coco, secondo quanto avrebbe riferito lo stesso ai militari, sarebbero state due persone col volto travisato e che subito dopo l’atto criminale si sono dati alla fuga nelle campagne circostanti. Dalle prime risultanze investigative i carabinieri hanno concentrato le attenzioni su due 17enni, uno dei quali nipote di un esponente di vertice di una cosca di ‘ndrangheta del territorio. I carabinieri hanno recuperato e sequestrato gli indumenti molto probabilmente usati dagli aggressori e abbandonati nelle campagne durante le precipitosa fuga a piedi. La posizione dei due 17enni è ancora al vaglio degli investigatori che stanno verificando alcune circostanze, mentre le indagini proseguono anche attraverso l’acquisizione dei filmati delle telecamere pubbliche e private della zona. Francesco Coco oltre a essere stato sindaco di Roccabernarda è un  ex consigliere comunale dello stesso Comune, ex consigliere provinciale di Crotone e sottufficiale in pensione dei Carabinieri,