Crotone,

Racket e incendi, la ‘ndrangheta bussa a Petilia Policastro

La caserma dei Carabinieri di Petilia Policastro

Racket e incendi a Petilia Policastro. La ‘ndrangheta bussa a Petilia Policastro e fa sentire il proprio puzzo di illegalità e criminalità. Nelle due notti appena trascorsi sono andate a fuoco tre autovetture ed è stata ritrovata una bottiglia incendiaria presso una impresa petilina. Nella notte appena trascorsa i Carabinieri della Stazione, coadiuvati dal Norm (nucleo operativo radiomobile) di Petilia Policastro, sono intervenuti presso l’impresa di lavorazione del legno “Le Rose Legnami Srl”. Qui è stata rinvenuta una bottiglia di plastica contenente liquido infiammabile e legato ad essa un accendino. La bottiglia e l’accendino erano stati appesi sul cancello d’ingresso dell’impresa.

Nella notte tra lunedì e martedì, invece, i Carabinieri di Petilia Policastro erano intervenuti in Corso Giove per l’incendio di un’autovettura, una Fiat Punto, proprietà di una 68enne. L’incendio ha danneggiato la parte posteriore di altri due veicoli parcheggiati nelle vicinanze. Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco. Su entrambi gli episodi di recrudescenza criminale le indagini sono state avviate dai Compagnia di Petilia Policastro.

Tag:, , ,

Istituto S.Anna