Crotone,
Tempo di lettura: 1m 16s

Poste Crotone, la Cisl denuncia: “Situazione insostenibile per i lavoratori recapito di via Paternostro”

Nella provincia di Crotone e nello specifico nel Centro di Crotone recapito Paternostro la situazione è insostenibile.

I lavoratori stanno via via perdendo tutti i diritti, l’orario di lavoro è diventato un incognita, ma nonostante tutto, per spirito di attaccamento e di solidarietà, si sottopongono a massacranti turni di lavoro.

Gli addetti al servizio sono ormai allo stremo delle forze.

È un dato di fatto che vi è l’impossibilità di lavorare in un clima sereno, un malessere diventato “cronico” e caratterizzato da carichi di lavoro che non consentono il rispetto dei parametri di qualità.

Calcoli statistici e percentuali non hanno proprio nulla a che vedere con la vera realtà del territorio provinciale.

Anzi, a fronte dei chiari incrementi dei flussi, le risorse applicate si sono ridotte considerato il mancato rinnovo di un congruo numero di lavoratori CTD, non rimpiazzato fino ad oggi.

Questo ritardo non è più’ tollerabile, nella piena e più’ insensibile consapevolezza aziendale.

Ricordiamo nuovamente all’Azienda che la mancata o ritardata consegna della corrispondenza, è da considerarsi un grave problema sociale, per la cittadinanza di tutto il territorio provinciale oltre che per tutti i lavoratori, che quotidianamente si imbattono contro una clientela agguerrita.

Siamo stanchi delle solite rassicurazioni verbali, ma attendiamo da parte dell’azienda una risposta seria e concreta nell’immediato”.

Ernesto Ierardi – Segretario provinciale Slp Cisl Crotone

Tag: