Crotone
Tempo di lettura: 29s

Poliziotto accusato di “soffiate” al clan: dopo un anno di carcere va ai domiciliari con braccialetto elettronico

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, accogliendo la richiesta dei difensori, ha disposto la scarcerazione del sovrintendente capo della Polizia di Stato Massimiliano Allevato, che dovrà comunque portare il braccialetto elettronico.

Allevato era detenuto dal 15 ottobre del 2019 quando scattò l’operazione della Squadra Mobile della Questura di Crotone, ed è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa perché, secondo l’accusa, avrebbe fornito ad appartenenti alle cosche di ‘ndrangheta crotonesi notizie sulle indagini in corso.

Il poliziotto attualmente è sospeso dal servizio che prestava presso la Questura di Crotone.