Crotone,

Operazione Sommelier, Riesame: “Inammissibile l’appello della Procura di Crotone”

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura di Crotone contro le misure disposte dal Gip, Francesca Familiari, nell’ambito dell’Operazione “Sommelier” della Squadra Mobile della Questura di Crotone che ha stroncato una parte del traffico di cocaina in città. Il Gip, lo scorso 22 maggio, dispose sei l’arresto per sei – cinque ai domiciliari e una in carcere – e per altre 16 persone l’obbligo di presentazione in Questura. Una decisione che fu criticata anche dal Procuratore Giuseppe Capoccia che in conferenza stampa dichiarò: “indagine esemplare e importante e i numeri degli arresti e degli indagati non tragga in inganno. Piazza Umberto e Acquabona sono supermercati della droga, avevamo fatto richieste per oltre 25 persone, ma il Gip sorprendentemente non le ha accettate. Condotte criminose che si svolgono nel centro della città”.

Oggi il Riesame ha dichiarato inammissibile l’appello della Procura di Crotone, richiamando gli articoli 310 e 309 del codice di procedura penale, poiché depositato negli uffici del Tribunale di Crotone anziché al Riesame di Catanzaro. Per le persone sottoposte a misura erano presenti gli avvocati difensori: Maria Vincenza Corigliano, Aldo Truncé, Gianluca Marino e Tiziano Saporito.

Tag:,

Aurum