Crotone,

Operai morti, alla fiaccolata la mamma di Dragos: “Non è giusto morire così”

“Hanno rubato le vite delle persone, i genitori non devono fare i funerali ai figli, è il contrario. Non ho più lacrime e non ho più cuore, perchè se n’è andato con mio figlio. Mio figlio non doveva morire sotto quel muro, non lo hanno protetto; hanno rubato le vite delle persone. Quel muro era senza ferri e un ingegnere che studia tanto doveva saperlo, perchè a mio figlio, perchè?

Piange ed è distrutta Florica, la mamma di Dragos Petru Chiriac, l’operaio della CrotonScavi morto ieri sotto il crollo di un muro a Crotone, insieme al collega Giuseppe Greco di Isola Capo Rizzuto.

Florica sta partecipando alla fiaccolata organizzata da Cgil, Cisl e Uil. Suo figlio Dragos era tesserato della Fillea-Cgil, mentre Greco era un tesserato della Feneal-Uil e Mario De Meco, l’operaio che è ancora ricoverato in  prognosi riservata è delegato della Fillea-Cgil. Ci sono anche i parenti di Dragos cosi cpme ci sono le amiche della figlia di Giuseppe Greco che indossano maglie con la foto dell’operaio. È la tristezza il sentimento che pervade quanti stanno partecipando alla fiaccolata.

Tag:,

Aurum