Bologna,

Omicidi Vasapollo e Ruggiero in Emilia, 30 anni di reclusione per Sarcone e 8 per Valerio

Il Tribunale di Bologna ha condannato col rito abbreviato Nicola Sarcone a 30 anni di reclusione e il collaboratore di giustizia Antonio Valerio a 8 anni.

Il Gup Gianluca Petragnani ha accolto le richieste dell’accusa (pm Beatrice Ronchi), che aveva chiesto 30 anni per Sarcone e 12 per Valerio per il quale il giudice ha deciso una riduzione di pena in virtù della collaborazione. Proprio in virtù delle dichiarazioni di Valerio, la Dda di Bologna era riuscita a fare luce su due omicidi avvenuti 26 anni fa.
Sarcone e Valerio, infatti, erano imputati per gli omicidi di Nicola Vasapollo, avvenuto il 21 settembre 1992 a Reggio Emilia, e quello di Giuseppe Ruggiero, portato a segno il 22 ottobre sempre dello stesso anno a Brescello.
Ci sono altri quattro imputati per gli omicidi di Vasapollo e Ruggiero e sono Nicolino Grande Aracri, Antonio Ciampà, Antonio Lerose e Angelo Greco, che però scelto il rito ordinario. Per loro il processo davanti alla Corte di Assise di Reggio Emilia inizierà il prossimo 12.

Secondo la DDA di Bologna l’eliminazione dei due sarebbe stata decisa dall’allora consorteria dei Dragone e Arena, poiché Ruggiero e Vasapollo avrebbero preteso più autonomia in Emilia Romagna nel controllo del traffico di droga.

Tag:, , , ,

Istituto S.Anna