Crotone,

Minaccia di tagliare la testa a lei e a tutta la famiglia dell’ex compagna: arrestato 37enne crotonese

Voleva entrare in casa dell’ex compagna per prendere la figlia e al rifiuto ha minacciato di tagliare la testa a lei e a tutta la sua famiglia. Questo è solo uno degli episodi che ha portato in carcere G.P., crotonese di 37 anni, accusato di maltrattamenti in famiglia e stalking nei confronti dell’ex compagna. L’arresto è stato eseguito sabato scorso dagli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volanti della Questura di Crotone, dopo che la donna, nei giorni precedenti aveva sporto denuncia contro l’uomo negli uffici della Divisione anticrimine che ha svolto le indagini.

La donna, preoccupata per il comportamento dell’ex compagno, dal rapporto con il quale è nata una bambina, si era recata in Questura per denunciare il comportamento dell’ex compagno e aveva dichiarato di essere vittima di allarmanti condotte, consistenti in violenze verbali e fisiche nonché continue minacce, iniziate a partire dal 2010 e tuttora in corso. Poi l’episodio di venerdì scorso quando agenti della Squadra Volante erano dovuti intervenire presso l’abitazione della donna dove l’ex compagno pretendeva di entrare per prendere con sé la figlia, minacciando la donna di tagliare la testa a lei e a tutta la sua famiglia. A questo punto la donna, letteralmente terrorizzata, ha integrato la precedente denuncia con i fatti accaduti poco prima e, sulla scorta di quanto già dichiarato precedenza, il pubblico ministero, su proposta avanzata dalla Divisione Polizia anticrimine, ha richiesto l’emissione di una misura cautelare al Gip (Giudice per le indagini preliminari) che ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere, data la gravità degli elementi e delle condotte emerse a carico dell’uomo. La misura in carcere, come detto, è stata eseguita sabato scorso da personale della Squadra Mobile, unitamente a personale della Squadra Volante. “L’arresto eseguito – è scritto in un comunicato della Questura – è la palese dimostrazione di quanto essenziale sia, per l’Autorità Giudiziaria e per le Forze dell’Ordine, la denuncia e la collaborazione attiva delle vittime dei reati di stalking e maltrattamenti in famiglia, tanto da aver permesso di dare una ferma e tempestiva risposta alle brutali e violente condotte poste in essere dall’ex compagno della vittima”.

Tag:,

Profumeria Carolei