Crotone
Tempo di lettura: 32s

La Procura avrebbe chiesto gli atti a Guardia Costiera e Guardia di Finanza

Mentre sono salite a 49 le vittime identificare sulle 67 presenti al Palamilone, secondo quanto riporta l’Ansa “La Procura di Crotone ha chiesto alla Guardia costiera e alla Guardia di finanza gli atti relativi alla loro attività nelle ore antecedenti il naufragio. E’ stato aperto senza ipotesi di reato e contro ignoti il nuovo fascicolo che riguarda la catena dei soccorsi. La decisione sarebbe stata presa per consentire di delegare i carabinieri ad acquisire gli atti. È presumibile che una volta analizzate le carte, la Procura decisa se aprire un fascicolo specifico ipotizzando un reato e individuando eventuali indagati”