Crotone,
Tempo di lettura: 1m 20s

La Polizia arresta 34enne mentre aggredisce il padre, necessario l’utilizzo del taser

Un uomo di 34 anni, è stato arrestato dagli agenti delle volanti, intervenuti in un appartamento a seguito di una segnalazione per lite familiare.

Il predetto aveva aggredito il padre il quale si era rifiutato di aderire alla sua richiesta di denaro e, all’arrivo degli agenti di polizia, si era barricato in casa. Per entrare all’interno, gli agenti hanno utilizzato il balcone dell’abitazione adiacente, ubicata al primo piano, riuscendo a bloccare l’uomo, il quale ancora persisteva nell’aggressione al congiunto, con un energico intervento, facendo uso anche del “ taser “. 

​L’uomo è stato tratto in arresto per tentato omicidio, sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, ed associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

​ Il “ taser “ è un’arma ad impulsi elettrici che funziona tramite il rilascio di una scarica di intensità regolare, per una durata di alcuni secondi. Gli agenti delle volanti, che per la prima volta a Crotone, in questa occasione, hanno fatto uso di questa arma, ne sono stati dotati recentemente; viene utilizzata in situazioni critiche, con il fine di inabilitare temporaneamente le funzioni motorie del soggetto attinto e quindi per renderlo inoffensivo. 

Nel corso dell’intervento, due agenti hanno riportato alcune contusioni, per cui hanno dovuto far ricorso alle cure medich