Isola Capo Rizzuto,

Furto ai bimbi dislessici, ritrovato parte del materiale: un arresto e una denuncia

È stata ritrovata parte della merce rubata nella notte tra giovedì e venerdì scorso nel centro Ceramidà, all’associazione italiana dislessia di Isola Capo Rizzuto. I Carabinieri della Tenenza di Isola Capo Rizzuto hanno arrestato un 23enne di Isola, e denunciato in stato di libertà, una donna di 65 anni. Subito dopo il furto i militari hanno avviato una serie di controlli con perquisizioni domiciliari, eseguite presso le abitazioni dei due, ed è stata rinvenuta la quasi totalità della refurtiva, per un valore di circa ottomila euro. Il materiale rinvenuto è stato restituito ai legittimi proprietari per poter essere riutilizzata dai bambini con dislessia nei laboratori. Inoltre, il giovane arrestato è trovato in possesso di cinque dosi di marijuana, vari semi della stessa sostanza, due bilancini elettronici e materiale per il confezionamento. Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, come disposto dalla competente Autorità giudiziaria, in attesa del giudizio direttissimo.

Nei giorni scorsi il Crotone calcio si era offerto di donare il materiale sottratto, mentre il presidente dell’Adi di Isola Capo Rizzuto aveva detto che il materiale più prezioso era il contenuto dei computer che comprendeva cinque anni di lavoro fatto con i bambini.

Istituto S.Anna