Scandale,

Elezioni a Scandale, il sindaco denuncia: “Clima di terrore e minacce in stile mafioso”

Iginio Pingitore

«Terrore politico in paese, rischio di non presentare nessuna lista». A scriverlo sulla sua pagina Facebook è il sindaco di Scandale, Iginio Pingitore, che denuncia un clima di terrore e intimidazioni per la creazione delle liste elettorali per le prossime elezioni comunali previste il prossimo 10 giugno.

Scive Pingitore: «In questo paese si sta seminando il terrore politico, alcuni miei potenziali candidati sono stati minacciati attraverso telefono e messaggini, io ho ricevuto giorni fa una lettera ingiuriosa, oggi sono stato informato che è stata inviata una lettera all’amico Pascuzzo, affinché non si candidi in nessuna lista, con evidenti minacce in stile mafioso. Io sono il sindaco di Scandale e dovrò correre ai ripari.
Al momento, anche i miei candidati sono terrorizzati».

A Scandale 3419 abitanti, gli iscritti nelle liste elettorali sono 3326.

Tag:

Aurum