Crotone
Tempo di lettura: 49s

Dichiarano il falso per avere i buoni spesa: venti denunce tra Scandale e Roccabernarda

Auto dei carabinieri

I carabinieri della Stazione di Scandale hanno deferito in stato di libertà 14 soggetti, tutti del luogo, perché ritenuti responsabili di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato.

Nello specifico i militari, a seguito di accertamenti, hanno appurato che gli stessi, al fine di ottenere i buoni spesa erogati in conseguenza dell’emergenza epidemiologica in atto, avevano asserito falsamente di non percepire il reddito di cittadinanza, così da indurre in errore il Comune di Scandale, che così aveva concesso loro i buoni spesa.

Anche i carabinieri della Stazione di Roccabernarda hanno deferito in stato di libertà 6 soggetti, tutti del luogo, perché responsabili di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Anche in questo caso, al fine di ottenere i buoni spesa, erogati in conseguenza dell’emergenza epidemiologica in atto, i denunciati hanno dichiarato attestazioni false al Comune di Roccabernarda.