Crotone
Tempo di lettura: 1m 43s

Da domani al 6 aprile Calabria in zona rossa: ecco cosa cambia

Da domani fino al 6 aprile la Calabria sarà zona rossa, ecco che cosa cambierà e quali saranno i comportamenti da osservare nella prossima settimana e fino a dopo il giorno di Pasquetta.

Spostamenti:

  • Vietato ogni spostamento, sia nello stesso comune che verso comuni limitrofi, ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, e per lo svolgimento della didattica ove consentito.
  • Nei giorni 3, 4 e 5 aprile è consentito in ambito regionale, lo spostamento (max 2 persone) verso una sola abitazione privata, una sola volta al giorno, dalle 5.00 alle 22.00. Sono esclusi dal conteggio i figli minori di 14 anni e le persone con disabilità o non autosufficienti
    Commercio:
  • Sono sospese tutte le attività commerciali, fatta eccezione per quelle alimentari o di prima necessità (ottica, ferramenta, carburante, edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie, profumerie, librerie, vivai, piante e fiori, articoli sportivi)
  • Sono sospesi mercati salvo le attività di vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici
  • Chiusi i servizi di parrucchieri, barbieri e centri estetici. Restano aperte lavanderie, tintorie e pompe funebri
    Bar e ristoranti:
  • Resta sospesa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie.
  • E’ sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio; asporto consentito fino alle ore 22.00, eccetto per gli esercizi con codice Ateco 56.3 (esercizi senza cucina) possibile solo fino alle 18.00. Vietato il consumo sul posto o nelle adiacente
    Attività Motoria:
  • L’attività motoria è consentita solo in prossimità della propria abitazione rispettando la distanza di un metro con la mascherina
  • L’attività sportiva è consentita solo all’aperto e in forma individuale
  • Sono sospese le attività sportive e motorie nei centri sportivi e circoli all’aperto
    Scuola:
  • Sono sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia, e le attività scolastiche e didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza
  • Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con bisogni educativi speciali