Crotone,
Tempo di lettura: 2m 5s

Crotone, strade di Località ex Carbonara ridotte come groviera: protestano i cittadini

La strada di Località ex Carbonara

Riceviamo e pubblichiamo una lettera inviata da alcuni cittadini di Località ex Carbonara del Comune di Crotone, nell’estate del 200 ai seguenti destinatari e rimasta fino ad oggi senza riscontro alcuno.

“Al Commissario Prefettizio del Comune di Crotone

Al Comando di Polizia Municipale di Crotone

Al Prefetto di Crotone

Al Presidente della Provincia di Crotone

Al Presidente della Regione Calabria

Al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Con la presente segnala la situazione di estremo pericolo generato da una serie di buche nell’asfalto giacenti, ormai, da diversi anni, sulle strade che conducono alle abitazioni di proprietà nel Comune di Crotone in Località ex Carbonara.

Tali “voragini”, situate lungo la Via Timasiteo e Via Tisicrate, documentate dall’allegato materiale fotografico, pongono in grave pericolo la circolazione, in particolare di chi utilizza le due ruote per i propri spostamenti, oltre che l’incolumità degli automobilisti e pedoni che di lì transitano nonché agli ingenti danni che subiscono quotidianamente i veicoli che vi transitano. All’attualità sono così numerose da non poterle evitare.

Nella malaugurata ipotesi di una persona bisognosa di soccorsi, tale situazione causerebbe ingenti rallentamenti delle operazioni, con gravi conseguenze.

L’attuale condizione del manto stradale genera, altresì, ritardi nel trasporto pubblico, infatti, gli studenti della zona lamentano di arrivare a scuola sempre dopo l’orario di inizio delle lezioni.

È increscioso, ai giorni nostri, dover lamentare la mancata manutenzione delle strade, condizione primaria per la “libertà di movimento” così come cita l’art. 13 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Come illustrano le fotografie allegate alla presente, la situazione del dissesto del manto stradale potrebbe essere tranquillamente paragonata alle antiche strade mulattiere (senza alcun dubbio, quest’ultime, sarebbero più agevoli da percorrere).

Per questi motivi, invita i destinatari, nell’ambito delle precipue competenze e responsabilità, a porre in essere ogni provvedimento volto a ripristinare immediatamente la sicurezza stradale, ricordando che, in caso di incidenti con morti e/o feriti a causa di detta insidia nonché di ogni danno volto dal ritardo nei soccorsi, invierà istanza/denuncia alla Autorità Giudiziaria chiedendo di accertare l’esistenza obiettiva di pericolo o di insidie della strada, dovuti a condotta colposa emissiva o commissiva dell’ente proprietario e l’eventuale nesso di causalità tra tale condotta e danni subiti dagli utenti. Si chiede di dare sollecito riscontro alla presente istanza”.