Crotone,

Crotone, partorisce in macchina sulla Statale 106 mentre cerca di raggiungere l’ospedale

La strada Statale 106 jonica è tristemente nota per essere definita la “Strada della morte”, ma questa volta è diventata, invece, la strada della vita.

Il lieto evento è raccontato dall’associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ed è accaduto nella notte tra il 12 ed il 13 agosto scorso. Protagonista Lucia Blefari di Cirò Marina, già mamma di due bambini e la piccola Anastasia, nata letteralmente sulla strada verso l’ospedale di Crotone.

“Erano le 2:00 (del 13 agosto) in casa quando iniziarono le prime contrazioni. – scrive l’associaone in un comunicato – Alle 2:30 Lucia non regge più, chiama la sorella e la mamma per correre con lei e il marito in ospedale. Si parte da Cirò Marina e durante il viaggio le contrazioni continuavano velocemente, ed ecco arriva la rottura delle acque. Arrivati a Strongoli Lucia con tanto di tranquillità dice: fermatevi devo partorire. Il marito, la mamma e la sorella di Lucia si sono presi di coraggio, hanno fermato la macchina sulla 106, nella zona di Strongoli Marina”.

 

In assenza di qualsiasi posto sicuro dove fermarsi hanno fermato l’automobile a bordo strada, mentre la sorella ed il marito di Lucia hanno avvisato l’Ospedale di Crotone, chiamando l’ambulanza. “La mamma di Lucia – continua il comunicato – diventa ostetrica e fa nscere la piccola Anastasia in macchina. L’eroica nonna (cosa non si fa per una figlia ed una nipotina), era lì a dirgli figlia spingi coraggio ed ecco che Anastasia è nata. Lucia ha preso in braccio la piccola neonata che ha aperto gli occhi. Poi si sono recati all’Ospedale di Crotone con la bimba in macchina. I medici erano in ansia, ma quando hanno constatato che la bambina stava bene si sono emozionati anche loro. Anastasia ora sta bene. Sanno tutti bene. La mamma, il papà, la nonna e la Zia”.

 

“Finalmente una bella notizia sulla S.S.106” – conclude l’associazione l’associazione Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 – che “con grande commozione esprime sincera e profonda gioia immensa. Auguri a Lucia, al marito, all’eroica nonna, alla zia ed alla loro famiglia. La piccola Anastasia non è solo una nuova vita che nasce sulla S.S.106 ma è per tutti un augurio ed una speranza. Un fiocco rosa tra tanti fiori, un sorriso tra le lacrime, la vita che vince sulla morte”.

Tag:

Istituto S.Anna