Crotone,
Tempo di lettura: 59s

Crotone, operazione contro il “caporalato”: lavoratori in nero, denunce a imprenditori e attività sospese

Si è conclusa da pochi giorni un’importante operazione diretta dall’Ispettorato Territoriale di Crotone nell’ambito del Progetto Su.Pr.Eme, cofinanziato dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione dell’Unione Europea e coordinato dal Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico.

L’operazione ha visto la partecipazione degli Ispettorati di Cagliari-Oristano, Cosenza, Potenza-Matera e Reggio Calabria; dei militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro; della Questura di Crotone e, ancora, dei mediatori culturali messi a disposizione dall’OIM.

L’attività di vigilanza ha riguardato 25 aziende agricole con la relativa verifica delle posizioni di 128 lavoratori. Sono risultate irregolari 17 aziende e riscontrati illeciti riferiti a 47 lavoratori per lavoro irregolare violazioni in materia di orario di lavoro e di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Oltre alle sanzioni descritte, nell’immediatezza degli accessi sono stati emanati 4 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale di altrettante aziende per la presenza accertata di 34 lavoratori completamente “in nero”.

Inoltre, due imprenditori sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria per aver occupato due lavoratori provenienti da Paesi extra-UE privi del permesso di soggiorno.

Sarà necessario attendere il termine degli accertamenti per verificare ulteriori ipotesi di irregolarità.