Crotone,

Crotone, la Capitaneria di porto salva 4 naufraghi e un uomo infartuato su nave da crociera

Intensa giornata per gli uomini della Guardia costiera di Crotone. Questa mattina la prima emergenza. Un uomo statunitense di 69 anni in vacanza con la famiglia ha avuto un infarto a bordo di una nave da crociera diretta in Adriatico in navigazione a circa 20 miglia nautiche dalla costa. Immediati i soccorsi. La sala operativa della Guardia costiera ha dirottato la nave facendola dirigere verso il porto di Crotone al fine di velocizzare le operazioni di trasbordo. La motovedetta SAR CP321, partita dal porto di Crotone con il personale medico del 118 preventivamente allertato e imbarcato in pochi minuti, ha intercettato la nave a poche miglia dalla costa riuscendo ad effettuare l’evacuazione medica in piena sicurezza nonostante le particolari avverse condizioni del mare. Il malcapitato, ancora cosciente, è stato sbarcato nel porto di Crotone dove ad attenderlo c’era l’ambulanza del 118 che lo ha portato presso il locale ospedale civile.

Nel pomeriggio una seconda emergenza. Una imbarcazione di circa 10 metri con 4 persone a bordo è affondata a poche miglia da Capo Colonna. Gli occupanti sono riusciti fortunatamente a lanciare l’allarme via radio ma in pochi secondi hanno dovuto abbandonare l’unità. Ancora una volta la motovedetta SAR CP321 è partita alla ricerca dei naufraghi. Le condizioni proibitive del mare hanno reso le attività di ricerca particolarmente difficili. Le persone in mare venivano nascoste dalle onde alte più di 2 metri. Gli uomini della Guardia costiera, impegnati nelle attività di ricerca, in pochi minuti hanno avvistato i malcapitati che erano riusciti ad indossare i giubbotti di salvataggio. Le operazioni si sono protratte per diversi minuti in quanto la corrente aveva allontanato i naufraghi tra loro. Recuperati tutti a bordo in buone condizioni di salute sono stati  trasportati fino al Porto Vecchio di Crotone e affidati alle cure del 118 giunto in banchina ad attenderli. Per fortuna solo tanta paura. La  prontezza dei soccorsi e la sinergia tra guardia costiera e SSN 118 hanno permesso, anche questa volta, di avere un lieto fine nell’emergenza.

Tag:,

Aurum