Crotone,
Tempo di lettura: 1m 21s

Crotone: con il Milan un altro poker al passivo, ma Stroppa rimane in sella

Un’altro poker al passivo per il Crotone che torna da Milano con quattro reti sul groppone dopo 45 minuti di buon livello. La domanda che si pongono i tifosi del Crotone è una: Stroppa Rimane? La risposta, almeno per il momento, è “sì”. Fiducia al tecnico quindi, che contro il Milan ha preparato bene la gara per poi affondare per quelle amnesie difensive ormai diventate una triste consuetudine. Le doppiette di Ibrahimovic e Rebic restituiscono una squadra che continua ad essere in difficoltà, reduce da sette gol subiti, nessuno fatto e due sconfitte in poco più di una settimana. Una gara in meno da giocare, la svolta continua a tardare e per la salvezza le speranze sono ridotte al lumicino.

MILAN-CROTONE

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Tomori, Romagnoli, Hernandez; Meité, Kessie (42′ st Krunic); Saelemaekers (1′ st Castillejo), Leao, Rebic (32′ st Hauge); Ibrahimovic (32′ st Mandzukic). In panchina: Tatarusanu, A. Donnarumma, Dalot, Kalulu, Maldini, Gabbia. Allenatore: Pioli.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Rispoli, Benali (27′ st Eduardo), Zanellato, Vulic (34′ st Petriccione), Pereira; Di Carmine (34′ st Simy), Ounas (19′ st Riviere). In panchina: Festa, Crespi, Magallan, Rojas, D’Aprile, Marrone. Allenatore: Stroppa.

ARBITRO: Pairetto di Nichielino.

MARCATORI: 31′ pt Ibrahimovic (Mi), 22′ st Ibrahimovic (Mi), 24′ st Rebic (Mi), 25′ st Rebic (Mi), Calabria (Mi).

NOTE: gara giocata a porte chiuse come da disposizioni ministeriali. Ammoniti: Saelemaekers (Mi), Rispoli (Cr), Romagnoli (Mi). Angoli: 8-6. Recupero: 0′ pt; 0′ st.