Crotone,

Crotone, carabinieri scoprono un capannone con 9 mila metri cubi di rifiuti

I carabinieri durante un controllo del territorio hanno scoperto un capannone pieno di rifiuti nell’area industriale di Crotone. I rifiuti, tutti di natura speciale ma non pericolosi, erano differenziati in attesa del riciclo o recupero, ma lo stoccaggio non era autorizzato. L’imprenditrice responsabile dell’attività è stata segnalata alla Procura della Repubblica.
I carabinieri del Gruppo forestale e dell’Arma territoriale nel corso di un sopralluogo hanno scoperto che in un vasto capannone, sito nell’area industriale nella periferia di Crotone, erano stoccati una gran quantità di rifiuti. I rifiuti, tutti di natura non pericolosa, erano costituiti da plastiche, materiale cartaceo, polistirolo depositati in cumuli differenziati. La quantità complessiva, secondo le stime eseguite dai militari, ammonta a circa 9.000 m3.
Dagli accertamenti svolti è emerso che il deposito non era autorizzato e agli intervenuti non è rimasto altro che segnalare il responsabile dell’attività, un’imprenditrice del crotonese, alla Procura della Repubblica per violazione del dlgs 152/2006 recante il cosiddetto testo unico delle norme ambientali.

Tag:, ,

Aurum