Crotone,

Crotone, ancora rubinetti a secco: è un incubo

Città quasi intera per due giorni senz’acqua, poi la riunione in Comune, poi il comunicato del problema “risolto” tra Comune, Congesi e Sorical e ora molti nostri lettori ci segnalano ancora la mancanza del liquido vitale dai loro rubinetti. Se non lo è già sta diventando un incubo la mancanza di acqua per molti cittadini che pagano regolarmente il servizio erogato. Quello che vorremmo chiedere è se la riduzione di portata da parte di Sorical non possa configurarsi come “interruzione di pubblico servizio”, visto che per.molti anziani soli che abitano ai piani alti diventa impossibile la vita senza acqua. E a questo va aggiunta una gestione quanto meno scellerata da parte dell’Amministrazione comunale sui beni comuni che devono tornare ad essere pubblici e tornare ad essere servizi ai cittadini e non disservizi pagati con il sudore della fronte.

Tag:,

Istituto S.Anna