Crotone,
Tempo di lettura: 5m 13s

Covid Crotone, tamponi gratis per chi rientra: postazione drive through allo stadio

La postazione drive through nel piazzale Nord dello stadio Ezio Scida

foto: CrotoneNews

Il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato una nuova ordinanza, la n. 97, relativa ai rientri delle persone fisiche nel territorio regionale durante le festività natalizie.

«È fortemente raccomandato alle persone fisiche arrivate nel territorio regionale con mezzo pubblico o privato, nelle 72 ore antecedenti l’adozione della presente ordinanza, o che giungano in Calabria – nei limiti di quanto consentito dai provvedimenti nazionali vigenti – fino al 23 dicembre 2020, di sottoporsi al tampone rapido antigenico gratuito, nelle giornate del 20, 21, 22 e 23 dicembre 2020, presso i drive-in o postazioni fisse appositamente predisposte in ciascun territorio provinciale», è scritto nell’ordinanza.

LE POSTAZIONI PER SOTTOPORSI AI TAMPONI

Il nuovo provvedimento firmato da Spirlì individua i drive-in e le postazioni in cui effettuare il test (dalle ore 9 alle 17) nelle giornate già indicate. Queste le location provinciali: Catanzaro, drive through, Piazzale funicolare Catanzaro Sala; Cosenza, Sede Usca, via degli Stadi; Reggio Calabria, drive through, Piazzale Ferrari – Pentimele; Crotone, drive through, Piazzale antistadio; Vibo Valentia, drive through, Palazzetto dello Sport, Via della Pace.

La forte raccomandazione – riporta ancora l’ordinanza – deve necessariamente far leva sul senso civico di ogni cittadino, per la tutela della propria salute e di quella collettiva e per salvaguardare le persone più fragili ed esposte maggiormente al possibile contagio».

La raccomandazione «non si applica ai soggetti in transito sul territorio regionale, a coloro che sono in possesso dell’attestazione di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’arrivo in Calabria, a tampone molecolare o antigenico risultato negativo, a coloro che abbiano viaggiato su voli diretti “Covid-tested”».

LE MODALITÀ DI ESECUZIONE DEI TEST

Nell’ordinanza sono indicate le modalità operative per l’esecuzione del test: a) accesso al test presso il drive-in esibendo l’attestazione di avvenuta registrazione al link regionale https://home.rcovid19.it; b) acquisizione preliminare del consenso informato da parte dei soggetti cui viene effettuato il test, inerente l’utilizzo dei dati personali ai fini di sanità pubblica; c) in presenza di positività a tale tipologia di test, il soggetto risultato positivo è invitato a rimanere in isolamento domiciliare, previa acquisizione delle informazioni logistiche disponibili e compatibili, in attesa dei provvedimenti formali dell’Asp e dell’Autorità Sanitaria Locale, prendendo contatto anche con il proprio Mmg-Pls, in caso di sopraggiunta sintomatologia; d) viene disposta a cura del dipartimento di Prevenzione dell’Asp territorialmente competente, conferma, mediante esecuzione di test molecolare, con revoca immediata dell’isolamento nel caso di esito negativo; e) si perfezionano il rintracciamento dei contatti e le opportune indagini epidemiologiche, per eventuali ulteriori provvedimenti o comunicazioni al ministero della Salute e ad altre autorità regionali; f) si effettua comunicazione giornaliera alla Regione, da parte del dipartimento di Prevenzione dell’Asp territorialmente competente, nell’ambito della trasmissione quotidiana dei dati, circa il numero dei test rapidi antigenici eseguiti ed il totale di tali test risultati positivi».

«La forte raccomandazione – riporta ancora l’ordinanza – deve necessariamente far leva sul senso civico di ogni cittadino, per la tutela della propria salute e di quella collettiva e per salvaguardare le persone più fragili ed esposte maggiormente al possibile contagio».

La raccomandazione «non si applica ai soggetti in transito sul territorio regionale, a coloro che sono in possesso dell’attestazione di essersi sottoposti, nelle 48 ore antecedenti all’arrivo in Calabria, a tampone molecolare o antigenico risultato negativo, a coloro che abbiano viaggiato su voli diretti “Covid-tested”».

LE MODALITÀ DI ESECUZIONE DEI TEST

Nell’ordinanza sono indicate le modalità operative per l’esecuzione del test: a) accesso al test presso il drive-in esibendo l’attestazione di avvenuta registrazione al link regionale https://home.rcovid19.it; b) acquisizione preliminare del consenso informato da parte dei soggetti cui viene effettuato il test, inerente l’utilizzo dei dati personali ai fini di sanità pubblica; c) in presenza di positività a tale tipologia di test, il soggetto risultato positivo è invitato a rimanere in isolamento domiciliare, previa acquisizione delle informazioni logistiche disponibili e compatibili, in attesa dei provvedimenti formali dell’Asp e dell’Autorità Sanitaria Locale, prendendo contatto anche con il proprio Mmg-Pls, in caso di sopraggiunta sintomatologia; d) viene disposta a cura del dipartimento di Prevenzione dell’Asp territorialmente competente, conferma, mediante esecuzione di test molecolare, con revoca immediata dell’isolamento nel caso di esito negativo; e) si perfezionano il rintracciamento dei contatti e le opportune indagini epidemiologiche, per eventuali ulteriori provvedimenti o comunicazioni al ministero della Salute e ad altre autorità regionali; f) si effettua comunicazione giornaliera alla Regione, da parte del dipartimento di Prevenzione dell’Asp territorialmente competente, nell’ambito della trasmissione quotidiana dei dati, circa il numero dei test rapidi antigenici eseguiti ed il totale di tali test risultati positivi».

OBBLIGO DI REGISTRAZIONE AL LINK REGIONALE

Nel provvedimento si ribadisce inoltre che, come confermato, da ultimo, nell’ordinanza 93 del 2020, «l’obbligo di registrazione-censimento al link regionale https://home.rcovid19.it per tutte le persone fisiche in arrivo nel territorio regionale, a esclusione dei soggetti pendolari giornalieri e dei soggetti che facciano ingresso in Calabria in ragione di spostamenti funzionali (“comprovate esigenze lavorative”) allo svolgimento delle attività inerenti gli organi costituzionali, di funzioni pubbliche anche di natura elettiva, comprese quelle inerenti gli incarichi istituzionali.

 

A tutte le persone in arrivo in Calabria  nel periodo di spostamenti consentiti si chiede, inoltre, «di mantenere un livello di precauzione e di attenzione elevato, rispettando pedissequamente le disposizioni e le limitazioni previste a livello nazionale e regionale, al fine di evitare una rapida inversione della tendenza attualmente registrata, con una ripresa del contagio in un contesto di incidenza ancora molto elevata, che avrebbe conseguenze molto gravi per l’intera Regione».