Crotone,
Tempo di lettura: 1m 21s

Coronavirus, il sindaco di Rocca di Neto chiude i parchi pubblici e vieta lo sport se non per motivi di salute

Sanificazione delle strade a Rocca di Neto

Il sindaco di Rocca di Neto, Tommaso Blandino, ha firmato questa mattina una ordinanza che prevede misure ancora più restrittive per evitare la diffusione del Covid_19 (coronavirus).

Ecco le disposizioni più importanti contenute nell’ordinanza numero 2 del 20 marzo.

“1. è disposta la chiusura e comunque l’interdizione al pubblico, con decorrenza immediata e fino al 03 aprile 2020, delle villette comunali e di ogni altro luogo di aggregazione sul territorio comunale;

  1. è vietato sedersi sulle panchine, sedili o sedute comunque denominate poste in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  2. il divieto di assembramento in tutti i luoghi pubblici, ivi compresi i luoghi antistanti le banche e gli uffici postali e le attività commerciali consentite dai provvedimenti governativi vigenti;
  3. è vietato praticare sport all’aperto, in forma aggregata o individuale, salvo che per necessità di salute debitamente certificate;
  4. le uscite per gli acquisti essenziali (come ad esempio fare la spesa di generi alimentari), ad eccezione di quelle per i farmaci, vanno limitate ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare;
  5. Gli spostamenti necessari non possono essere effettuati con più persone all’interno dello stesso veicolo se non riconducibili allo stesso nucleo familiare;
  6. è consentito portare fuori l’animale domestico solo per la gestione quotidiana delle sue esigenze fisiologiche e per i controlli veterinari, esclusivamente in forma individuale ed entro il perimetro di m. 200 dalla propria abitazione.
  7. È inibito l’ingresso nel territorio comunale ai venditori ambulanti al dettaglio provenienti da altri Comuni”.