Crotone,

Coronavirus, gli organizzatori bloccano gli atleti stranieri: Argirò deve rinunciare alla Maratona di Tokyo

Alfredo Argirò

Niente Maratona di Tokyo per il runner crotonese Alfredo Argirò che, a causa del diffondersi del Covid 19, ha dovuto rinunciare al grande evento, dopo che gli organizzatori hanno di fatto bloccato l’arrivo di atleti stranieri.

La Maratona di Tokyo, infatti, rappresenta uno dei più importanti appuntamenti mondiali visto che appartenente al circuito delle Major Six Marathon, assieme a quelle di Berlino, New York, Londra, Boston e Chicago.

Su decisione degli organizzatori l’evento si è svolto con soli 170 atleti, ma gli iscritti erano tanti di più, in rappresentanza di 150 nazioni.

Tanta la delusione iniziale del maratoneta crotonese della Guardia di Finanza, appartenente al Gruppo sportivo interforze, ha detto: “Dopo un primo momento di smarrimento, in cui la delusione e la rabbia hanno preso il sopravvento, ho lasciato spazio alla ragione. Non ho preso la notizia nel migliore dei modi, ma ora bisogna superare questo momento difficile e mi auguro che presto si possa trovare una cura”.

“Il maestro orafo Michele Affidato, – ha continuato Argirò – aveva dimostrato anche in questa occasione la propria vicinanza e disponibilità, come anche gli amici del Resort&Village “SantaMonica”, Giampiero Caruso e Roberta Procopio”. Per Alfredo Argirò nessun problema: “L’appuntamento è soltanto rimandato di un anno e nel frattempo, nuovi orizzonti e nuove sfide mi attendono”.

Tag:,

Aurum