Crotone
Tempo di lettura: 1m 41s

Consegnati ad Akrea 24 nuovi mezzi per la raccolta dei rifiuti

In via Vittorio Veneto, questa mattina, sono stati presentati i nuovi mezzi nella disponibilità di Akrea acquistati con un finanziamento ottenuto dal Comune di Crotone.

Con il personale della società partecipata erano presenti il sindaco Vincenzo Voce, l’assessore all’Ambiente Isabella Secreto e il presidente di Akrea Antonio Bevilacqua.

Oltre un milione e quattrocentomila euro che sono stati finalizzati all’acquisto di quattordici costipatori, cinque vasche ribaltabili e quattro compattatori.

Mezzi nuovissimi, di ultima generazione, finalizzati ad incentivare la raccolta differenziata in città.

A questi vanno aggiunti 109.000 euro che sono stati destinati all’acquisto di carrellati, cassonetti e mastelli.

Un risultato importante frutto della forte sinergia tra l’amministrazione e il nuovo C.d.A. di Akrea il cui obiettivo comune è quello di aumentare la raccolta differenziata.

Attività che è già in corso con la precedente installazione in molte zone della città dei nuovi cassonetti “smart” e che oggi con questo nuovo parco macchine in dotazione ad Akrea trova un ulteriore, importante sostegno.

“Questo di oggi è un ulteriore incentivo a quel patto che abbiamo stabilito con i cittadini, la cui collaborazione resta fondamentale. Differenziare è nell’interesse di tutti. Il nostro obiettivo è quello di mettere Akrea e i suoi dipendenti nelle condizioni di poter operare al meglio. Con questo nuovo parco macchine che è in dotazione alla nostra società partecipata sicuramente abbiamo raggiunto un risultato importante” dichiara il sindaco Voce 

“Si intensificherà nei prossimi giorni la campagna di comunicazione alla cittadinanza, nelle scuole e coinvolgendo gli esercizi commerciali. L’obbiettivo è raggiungere un aumento significativo della raccolta differenziata in città in tempi brevi e quindi poter accogliere anche i prossimi turisti in una città più pulita e più decorosa” dichiara l’assessore Isabella Secreto

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente di Akrea Bevilacqua.