Crotone,

Caso Bergamini, il 10 luglio la riesumazione del corpo

Sarà riesumato il prossimo 10 luglio il corpo di Donato Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza trovato morto lungo la statale 106 jonica a Roseto Capo Spulico il 18 novembre 1989. Questa la decisione del gip del Tribunale di Castrovillari Teresa Reggio, al termine dell’udienza di incidente probatorio durata oltre 2 ore e mezza. Il gip di Castrovillari ha accolto la richiesta del Procuratore Eugenio Facciolla, e contestualmente ha nominato 5 periti tra cui i Ris di Roma che si occuperanno del DNA, mentre l’avvocato Fabio Anselmo, difensore della famiglia Bergamini, ha minato altri due periti di parte così come il procuratore di Castrovillari. Altri due periti sono stati nominati dall’avvocato Pugliese, difensore di Isabella Internò, ex fidanzata di Donato Bergamini e al momento una delle due persone indagate per omicidio volontario. Non ha nominato nessun perito, invece, l’avvocato Malvaso legale dell’autista del tir Raffaele Pisano, dicendo di avere piena fiducia nel lavoro del Tribunale di Castrovillari il 10 luglio prossimo il corpo di Donato Bergamini sarà riesumato è portato nell’ospedale di Cona di Ferrara, qui sarà effettuata una TAC di ultima generazione per capire se sulle ossa di Bergamini ci sono lesioni oppure per trovare qualsiasi altra notizia utile al fine delle indagini. Al.momento sono 11 i periti nominati dalle parti in questo procedimento. Come al solito, come avviene da 28 anni a tutte le udienze, era presente Donata Bergamini, sorella di Denis.

Tag:

Profumeria Carolei