Crotone,

Aggressione a Laratta, lo sdegno dei giornalisti crotonesi

Nessuno ci può vietare di raccontare i fatti ma nel farlo dobbiamo essere rispettati.

L’episodio che ha visto coinvolto il nostro collega Giuseppe Laratta è solo la punta dell’iceberg di una situazione che si è fatta intollerabile.

Considerare i giornalisti nemici di qualcuno è l’errore più grave che si possa commettere.

Vogliamo rivendicare la valenza sociale del nostro lavoro per informare l’opinione pubblica e non essere contro qualcuno

Il nostro è un mestiere di utilità sociale che anche la degenerazione dei social ha minato in maniera devastante.

Abbiamo il diritto di fare le domande, di documentare la realtà, di svolgere l’azione al servizio dell’informazione e della gente.

Chi attenta alla libera informazione commette il più grave dei misfatti e colpisce la democrazia.

L’assemblea dei giornalisti di Crotone

Aurum