Crotone,
Tempo di lettura: 1m 26s

Accoglienza integrata a favore di migranti titolari di protezione internazionale

La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi, ha espresso la volontà di proseguire gli interventi di accoglienza integrata a favore di migranti, titolari di protezione internazionale, previsto dal sistema Siproimi/Sai.

A tale riguardo è stata presentata domanda al Ministero dell’Interno per la prosecuzione delle attività per il triennio 2023/2025.

Il Comune di Crotone fa già parte della rete di Enti Locali denominata SAI (Sistema di accoglienza ed integrazione) e partecipa alla realizzazione degli interventi di accoglienza, orientamento e tutela dei richiedenti e titolari di protezione internazionale.

L’attuale attività progettuale, per la quale l’amministrazione è impegnata scade il prossimo 31 dicembre.

Il Ministero dell’Interno ha comunicato che gli enti titolari di progetti di accoglienza possono presentare domanda di prosecuzione delle attività per il triennio 2023/2025 e, naturalmente, l’amministrazione ha inteso esprimere la propria intenzione di proseguire le attività finalizzate all’accoglienza, al supporto psicologico, all’assistenza sanitaria specialistica di persone titolari di protezione internazionale e minori stranieri non accompagnati.

“In questi anni abbiamo accolto tante persone, tra cui minori, che vivono il grande disagio di aver dovuto lasciare la propria terra di origine. Persone che hanno bisogno di assistenza materiale, sanitaria e psicologica. Una esperienza che per noi, per quanti lavorano al progetto, non è soltanto di natura assistenziale ma soprattutto umana. Ci è data l’occasione di proseguire il lavoro anche per il prossimo triennio e, naturalmente, intendiamo farlo a conferma che Crotone è terra di accoglienza e di solidarietà” dichiara l’assessore Filly Pollinzi