Crotone,
Tempo di lettura: 2m 14s

Abramo cc: dopo giugno possibile acconto sui crediti per i dipendenti

Si è tenuto nella giornata di ieri un incontro tra le sigle sindacali e i commissari giudiziali che hanno di poco redatto la relazione chiesta per l’ammissione della società all’Amministrazione straordinaria. Tra le notizie rese note da uno dei commissari vi sarebbe la possibilità, qualora tutto proseguisse come previsto, di un acconto dei crediti ai dipendenti, considerati creditori privilegiati, dopo il mese di giugno, qualora ovviamente ci saranno le condizioni economiche per procedere. In merito all’incontro la Uil ha reso pubblica una nota: “I commissari hanno brevemente riassunto quanto certificato nella relazione tecnica depositata in data 25 febbraio 2022.

Nel documento hanno espresso parere favorevole all’ammissione dell’azienda all’amministrazione straordinaria, la cui sostenibilità potrà basarsi su un progetto di cessione dei beni aziendali, da realizzare in un periodo non superiore ad un anno.

 

Tale relazione è pubblicata e disponibile sul portale della procedura. In allegato è presente anche un elenco dei creditori con una indicazione generica del credito vantato. In merito a quest’ultimo documento hanno precisato che è solo una indicazione complessiva del credito, che non è stato ancora verificato.

 

Pertanto, vogliamo chiarire ai lavoratori, che tale elenco non sarà sufficiente per redigere l’istanza di insinuazione al passivo, per la quale serviranno altri documenti probatori sui quali vi daremo indicazioni più precise appena saranno disponibili.

In questa fase transitoria dovremo quindi attendere la pronuncia del Tribunale, il quale, sentito il parere non vincolante del Ministero, avrà un termine di 30gg per pronunciarsi. Qualora si esprimesse a sfavore si aprirebbe una procedura di fallimento. In ogni caso il Tribunale dovrà nominare i commissari che seguiranno la procedura che sarà avviata, e potrà indicarne altri diversi dagli attuali.

Per tale ragione, potendo cambiare gli interlocutori a cui verrà affidata la gestione dell’azienda, non è stato possibile avere notizie, o avanzare richieste, sui prossimi atti di gestione.

 

Abbiamo quindi convenuto di fissare una successiva riunione subito dopo il deposito della pronuncia del tribunale e la relativa nomina.

Infine abbiamo chiesto notizie sulle date dei pagamenti del saldo di febbraio e dei successivi stipendi ai dipendenti sollecitandoli, nuovamente, ad anticiparli il più possibile.

 

I Commissari hanno dichiarato che, in merito al saldo delle spettanze di febbraio, eseguiranno i pagamenti entro il giorno 10 di questo mese. Per i prossimi stipendi dovranno ancora fare delle verifiche e si esprimeranno dopo la decisione del Tribunale.

Su altri quesiti posti ai commissari si sono riservati di rispondere”.