Milano,

Serie A, Gazzetta dello Sport: il Crotone tra le poche società sane e virtuose

Il Crotone è una delle società più virtuose e sane della Serie A, vere e proprie “mosche bianche” le definisce l’inchiesta annuale della Gazzetta dello Sport sui bilanci dei club. In una serie A nella quale, come scrive Marco Iaria su La Gazzetta dello Sport, “dipendiamo troppo dai proventi tv e cresciamo poco negli altri settori, sistemiamo apparentemente i conti con le plusvalenze, non tutte cristalline, continuiamo a ingrossare le tasche dei calciatori (e dei loro agenti), ci indebitiamo sempre di più soprattutto con le banche, il Fisco e i fornitori, in alcuni casi ci indebitiamo ancor prima di diventare proprietari. La Serie A è il traino di tutto il movimento ma non gode di ottima salute”.

A proposito di fisco la Gazzetta mette in guardia: “E occhio a certe pendenze col Fisco. Il Chievo ha sul groppone quasi 20 milioni, l’Udinese ha appena transato per 11,7 milioni, il Genoa sta pagando una pesantissima rateizzazione tra Iva e Irap pregresse, il cui residuo è poco meno di 60 milioni. Sono uscite che possono complicare, in certi casi, la strada del risanamento”.

Poi ci sono le società davvero ricche: “Sono veri, verissimi i ricchi profitti festeggiati dalle prime due della classe: +66,6 milioni il Napoli, +42,6 la Juve, grazie alle plusvalenze e ai premi Champions”.

Soprattutto, però, ci sono poche società davvero virtuose che hanno i conti in ordine grazie alle sole proprie possibilità, come quella del presidente Gianni Vrenna e del direttore generale Raffaele Vrenna.

Scrive la Gazzetta nel capitolo virtuosi: “Certo, gli esempi positivi non mancano. I conti in regola di chi occupa le prime due posizioni della classifica sul campo dimostrano che si possono combinare efficienza e risultati, ma nella fascia alta la coperta è troppo corta, se si considerano le difficoltà della Roma e delle milanesi. Tra le medio-piccole la valorizzazione dei propri talenti è ancor di più un mantra: c’è chi è abilissimo come Atalanta e Sampdoria. La differenza, in termini di virtuosismi, la fa la gestione caratteristica, escluso il mercato: le conduzioni più equilibrate sono quelle di Torino, Cagliari e Crotone, non a caso le uniche società di Serie A – assieme al Napoli – a non fare ricorso al credito bancario. Mosche bianche”.

Tag:, ,

Aurum