Crotone,

Serie A, fragilità di testa per il Crotone che cade in 3′ contro il Sassuolo

Il Crotone gioca forse la migliore partita della stagione, ma non riesci a portare a casa neanche un punto dalla trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo. Davanti ad oltre 2000 tifosi calabresi giunti a Reggio Emilia, il Crotone di Davide Nicola passa subito con una buona combinazione Rosi-Falcinelli, che segna il suo primo gol in rossoblù. Sembra il preludio ad un pomeriggio di gloria, ma il Sassuolo si riorganizza e comincia a spingere. Traversa colpita da Defrel poco dopo. Il Crotone, però, ha l’occasione per colpire almeno in due circostanze. Il portiere Cordaz viene messo a dura prova, mentre Palladino e compagni cercano le ripartenze veloci. Nel secondo tempo il Crotone inizia coprendosi dalle avanzate dei neroverdi. Falcinelli colpisce una clamorosa traversa di testa, ma sull’attaccante del Crotone l’impressione che la spinta sia fondamentale: calcio di rigore, ma nessuno protesta. Il Sassuolo colpisce un’altra traversa con Sensi, mentre il Crotone sfiora il ko con una punzione di Capezzi che si stampa sulla traversa. Il Sassuolo trova il pareggio a pochi minuti dalla fine con un destro al volo di Sensi deviazione di Dussenne e corda e battuto. È a questo punto che il Crotone perde la testa. E come se il pareggio del Sassuolo avesse ipnotizzato i rossoblu che tre minuti dopo su un calcio d’angolo restano immobili e lasciano Iemmello libero di colpire. Tanta la delusione degli oltre 2000 tifosi rossoblù accorsi al Mapei Stadium.  Il più grande limite oggi è sembrata proprio la fragilità psicologica della squadra di Nicola che ha gestito il vantaggio per quasi ottanta minuti.

Tag:,

Aurum