Crotone,

Il Crotone a Lecce: in panchina Moschella, nello stadio che lo rese immortale per i tifosi rossoblu

Ivan Moschella

Ivan Moschella torna nello stadio che lo ha reso sacro e immortale agli occhi dei tifosi crotonesi. Esattamente venti anni dopo.

Il “Via del Mare” di Lecce è uno di quei stadi che i tifosi del Crotone ricordano con maggior piacere, perché su quel terreno di gioco il 14 giugno 1998, la squadra allora allenata da Giancarlo Morrone, conquistò la Serie C1 in una finale epica contro il Benevento. E quel giorno segnò Moschella.

Il Crotone era arrivato secondo in campionato e nella semifinale aveva eliminato il Trapani pareggiando 1-1 al Provinciale (gol di Tagliente), vincendo poi 1-0 in casa con il rigore trasformato da Vito Grieco. Al Via del Mare si giocava la finale contro il Benevento in gara unica. L’arbitro è Bertini di Arezzo. Cinquemila tifosi crotonesi raggiunsero Lecce per la supersfida che valeva la Serie C1. Il Crotone domina la partita, ma prima del riposo un colpo di testa di Petitto gela la parte rossoblù dello stadio. Nella ripresa un super Pino Tortora subisce fallo in area sannita (proprio da Petitto) e Moschella, richiamato a gran voce dal pubblico crotonese, trasforma la “bomba” che batte sotto la traversa e si infila in rete. Passano pochi minuti e il Crotone costruisce un’azione da manuale del calcio: Russo, Balestrieri che di prima lancia Tortora. Pino va sulla sinistra con l’esterno destro (il papà della Trivela divenuta famosa solo anni dopo) serve un pallone a Balestrieri sul quale c’è scritto C1. Bertini fischia la fine e da Lecce a Crotone è una sfilata continua che dura per giorni. Domani sera per Moschella saranno emozioni infinite, l’esordio sulla panchina in prima squadra, anche se solo di passaggio, e tornare a calcare quel terreno che agli occhi dei crotonesi lo ha reso sacro e immortale: Moschella tira un’altra bomba, magari da tre punti.

In bocca al lupo Ivan…il nome è già un programma.

Guarda il video di Lecce

Tag:, ,

Istituto S.Anna