Crotone,

Calcio giovanile, parte la seconda edizione del “Trofeo Città di Crotone”: 500 atleti e 55 squadre

La locandina dell'evento

Arrivano anche gli osservatori di Juventus, Inter, Atalanta, Parma e Spal.

La lunga attesa è ormai finita: la seconda edizione del “Trofeo Città di Crotone” è pronta ad entusiasmare e divertire oltre 500 atleti provenienti da ben sette province tra Calabria e Sicilia (Crotone, Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria, Messina, Palermo, Caltanissetta).
Il circuito di Tornei Giovanili Sicilia, già in estate, aveva individuato e scelto quale unico impianto di gioco il Centro Sportivo Macrillò che da venerdì 1 a domenica 3 marzo sarà l’epicentro calabro del calcio giovanile nel periodo carnascialesco.
Ventuno le società che hanno aderito, 55 le squadre partecipanti, le categorie (dagli Esordienti 2006 ai Primi Calci 2010-2011) che impreziosiranno un evento che ha raddoppiato la proposta rispetto alla sua prima edizione.

“Siamo riusciti ad organizzare una seconda edizione davvero interessante sotto il punto di vista tecnico che racchiuderà 21 società e 55 squadre in rappresentanza di alcune tra le migliori società dilettantistiche di Sicilia e Calabria con la presenza di Crotone e Reggina che arricchiranno il prestigio della manifestazione” afferma Davide Cicero. “Il cuore del torneo – prosegue Cicero – sarà il Centro Sportivo Macrillò che è un vero e proprio fiore all’occhiello per tutta la provincia di Crotone. È doveroso ringraziare Alessio Sorrentino che ha dato un contributo fondamentale per la realizzazione dell’evento che vedrà la presenza di numerosi osservatori di importanti società professionistiche come Juventus, Inter, Atalanta, Parma e Spal e avrà una positiva ricaduta sotto il punto di vista turistico per tutto il comprensorio crotonese perchè grazie alla data del torneo, scelta appositamente per destagionalizzare i flussi turistici, ci saranno diverse centinaia di persone negli hotel e nei b&b tra Crotone e Torre Melissa” conclude il General Manager di Tornei Giovanili Sicilia.
Tre giorni da vivere in pieno, nella città pitagorica ricca di cultura e tradizione, potendo godere dello spettacolo del gioco del calcio e di una manifestazione che, dati alla mano, accresce il proprio appeal confermandosi al top tra gli eventi di calcio giovanile del sud Italia.

Tag:,

La dolce vita