Crotone,

Brescello, beni confiscati ai Grande Aracri per gli alluvionati di Lentigione

I beni confiscati ai Grande Aracri saranno messi a disposizione degli alluvionati. Alberto Peroni, amministratore giudiziario del beni confiscati a Francesco Grande Aracri, ha proceduto oggi stesso a Brescello, a consegnare arredi confiscati e sequestrati, ai cittadini colpiti dall’alluvione. Peroni ha operato su incarico dell’Agenzia nazionale dei seni sequestrati e confiscati di Roma,

I Commissari prefettizi del Comune di Brescello, che guidano l’ente dopo lo scioglimento da parte del Consiglio dei Ministri per infiltrazioni mafiose, hanno destinato alcuni beni alle attività legate al supporto delle popolazioni di Lentigione, colpite dalla recente esondazione dell’Enza.

La consegna è avvenuta in tempi rapidissimi in accordo con la magistratura e i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Emilia. La confisca dei beni di Francesco Grande Aracri è frutto dalla misura di prevenzione disposta nel novembre 2013 dal Tribunale di Reggio Emilia e confermata dalla Corte di Cassazione poco tempo fa. Tra i beni consegnati questa mattina ci sono quelli della società Euro Grande Costruzioni S.r.l. oggetto di confisca definitiva.

Tag:, ,