Crotone,

Unione degli studenti: “Impianti sportivi e aree abbandonate, il Comune di Crotone li restituisca alla comunità”

La piscina olimpionica di Crotone

Riceviamo e pubblichiamo

“Noi dell’Unione Degli Studenti stiamo facendo questo comunicato stampa per informare la popolazione crotonese che la battaglia per le aree abbandonate di Crotone non è finita, per il momento, e fino alla decisione del TAR, è stato scongiurato lo sfratto dal Palamilone di tanti giovani atleti che vanno lì ad allenarsi e inseguono la loro passione per lo sport, purtroppo però ci sono altre strutture ancora chiuse che vengono costantemente vandalizzate come la piscina Olimpionica, una fantastica area che potrebbe essere sfruttata anche a livello nazionale per gare importanti. Noi crediamo che il problema sia che in una società amministrata male chi rimane danneggiato e privato di opportunità di crescita sono i giovani. Non solo chi fa agonismo ha subito un danno, oltre che fisico anche psicologico, ma anche le persone diversamente abili che usufruivano della struttura ne hanno ricevuto un danno. In pratica, a noi giovani, quale esempio di virtù viene lasciato da adulti che gestiscono in questo modo le aree pubbliche? In noi rimane la sfiducia verso il mondo della politica e dell’associazionismo, rimane l’amarezza per una realtà cittadina che non offre nulla. Quindi chiediamo al comune di Crotone di restituirci ciò che è pubblico, quindi ciò che è di tutti”.

Unione degli studenti Crotone

Tag:

Aurum