Melissa,
Tempo di lettura: 1m 2s

Tempio di Melissa, Falbo scrive al ministro Franceschini: “Da opportunità a ricettacolo di erbacce”

Parte degli scavi

Riceviamo e pubblichiamo

“Egregio Sig. Ministro,

nel Comune di Melissa, come sicuramente la sua struttura saprà, nel mese di giugno del 2007, a seguito di lavori edilizia privata sono stati rinvenuti i resti perimetrali di un edifico monumentale.

Dopo una prima campagna di scavo estensiva sui manufatti architettonici non si è più fatto nulla.

La presente richiesta viene inviata per sottoporre alla sua attenzione l’incresciosa situazione in cui oggi versa il sito. Quindi, da grande opportunità quale poteva essere la straordinaria scoperta per tutta la costa ionica “Magna Grecia”, ci troviamo di fronte ad un sito con un vincolo architettonico che ad oggi però risulta un ricettacolo di erbacce e rifiuti di ogni genere, come segnalato con nota del 12/03/2018  prot. 3133 di questo Comune alla Direzione Regionale per i Beni Culturali della Calabria. Per queste ragioni chiedo un tempestivo incontro con la Sua struttura Ministeriale per meglio rappresentare le problematiche legate a questa straordinaria scoperta e per aiutarla nella valorizzazione dei Beni Culturali del nostro Paese e della mia comunità.

In attesa di un cortese riscontro, le invio i più cordiali saluti”.

Il Sindaco

Raffaele Falbo