Crotone,

Quali sono i veri problemi della sanità crotonese? Partiamo dal caso Vito Vona

Vito Vona

Ho letto da qualche parte che le parlamentari crotonesi Elisabetta Barbuto e Margherita Corrado hanno incontrato il commissario regionale per la per la sanità Saverio Cotticelli.

Credo di aver letto un titolo più o meno così: “Sanità crotonese, non solo il caso Brisinda…” ecc. ecc.

Un titolo che mi ha riportato alla mente alcune vicende che CrotoneNews come testata sta seguendo da tempo, ovvero il caso del signor Vito Vona, giovane crotonese che tra poco sarà costretto ad operarsi ancora una volta.

Un caso che a Crotone conoscono tutti e che ha portato Vona a presentare un denuncia querela alla Procura della Repubblica di Crotone con una corposa documentazione che è nelle mani del sostituto procuratore Andrea Corvino.

Non entriamo nella vicenda giudiziaria perché non è compito nostro e perché al momento ci sono indagini in corso.

Quello che sorprende, però, è vedere perché due parlamentari del Movimento 5 Stelle ci tengano a far sapere che i problemi della sanità crotonese sono tanti altri (e hanno ragione, condividiamo), mentre un loro collega dello stesso M5S, membro della commissione parlamentare sanità, on. Sapia, è sempre così prodigo nel prendere le difese e le parti del dottore di cui sopra, mentre ignora tanti altri problemi. Come se la cosa più importante della sanità crotonese fosse occuparsi solo ed esclusivamente delle vicende che riguardano Brisinda.

Fermo restando la prerogativa di scegliere per cosa battersi, ma verrebbe spontaneo chiedersi perchè il M5S sulla sanità crotonese non dialoga al suo interno.

A parte quesro abbiamo cercato interventi a sostegno della sanità crotonese da parte del’on. Sapia, ma forse perché siamo stolti nelle ricerche, abbiamo trovato un numero considerevole di interventi pro Brisinda e una serie di comunicati contro la nomina a commissario e poi dg della sanità crotonese Sergio Arena. Per il resto Non siamo riusciti a trovare altri scritti per la sanità di questo territorio. Per i tagli economici, la chiusira di reparti fondamentali, la precarietà.

Ripeto sicuramente sarà colpa nostra che non sappiamo cercare. Ma siamo aperti a tutti i contributi.

L’ultima uscita dell’on. Sapia riguarda la “revoca della sanziona della censura scritta” al dott. Brisinda.

Anche in questo caso non abbiamo le competenze per entrare nel merito, ma raccontiamo i fatti.

E nei fatti CrotoneNews ha ricevuto una documentazion negli ultimi giorni che riguarda proprio il provvedimento della revoca. Documentazione molto circostanziata che se rispondesse al vero farebbe tremare più di qualche polso. Ma ancora una volta non è competenza nostra, per questo stiamo provvedendo ad inoltrare tale documentazione alla Forze dell’Ordine perché valutino loro.

Per noi resta solo il raccontare i fatti.

Tag:,

La dolce vita