Crotone,
Tempo di lettura: 2m 45s

RI.PARTI.AMO.: il nuovo progetto della Cooperativa Noemi per continuare a camminare insieme

Nasce a Crotone il progetto RI.PARTI.AMO. gestito dalla Noemi Cooperativa Sociale, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e cofinanziato da Fondazione San Zeno, Caritas Italiana e Fondazione Santa Maria Addolorata.“Il progetto darà la possibilità di ripartire nel contrasto alla povertà educativa. La lotta a questo fenomeno è possibile, se riusciamo a metterci in sinergia, ognuno con le proprie doti e responsabilità”, così afferma Francesca Perziano, presidente della Noemi Cooperativa Sociale, durante l’evento di lancio, che si è tenuto giorno 8 settembre presso la Sala Consiliare del Comune di Crotone. Centrale nel progetto è il tema della povertà educativa minorile, che ricorre frequente nelle parole dell’Assessore alle politiche sociali del Comune di Crotone, Filly Pollinzi, la quale sottolinea quanto questo tema stia a cuore alla vigente amministrazione comunale, soprattutto alla luce dei recenti dati sulla dispersione scolastica in Italia.“Il nome sintetizza l’idea di ripartenza da una fase pandemica, che ha appesantito e aggravato la situazione di un’intera popolazione, ma ancor di più di chi già prima faceva fatica”. Questo è quanto dichiarato dalla dottoressa Barbara Scarriglia, responsabile del progetto, la quale ha sottolineato che “la parola “ripartiamo”, utilizzata al plurale, implica la necessità di non essere soli, di camminare insieme, facendo rete, certi del potere straordinario delle relazioni di prossimità”.“Lavorare insieme e attivarsi creerà i fili di una trama che, annodandosi uno per uno, produrranno una tela completa e forte”, così ha ribadito Rita Ruffoli, direttrice di Fondazione San Zeno, ente filantropico veronese nato dal presidente del Gruppo Calzedonia, Sandro Veronesi. “Fin dall’inizio, il desiderio della fondazione è stato offrire concrete opportunità di cambiamento attraverso lo studio, l’educazione, la formazione ed il lavoro”. Ciò che ha colpito positivamente la Fondazione è stata la presenza sul territorio di diverse realtà che non si arrendono difronte agli ostacoli, ma cercano attivamente “risposte sfidanti” alle difficoltà.Il progetto, infatti, vede la partecipazione ed il partenariato di numerosi enti, quali: Cooperativa sociale One, Associazione APE, Associazione Le Coccinelle, Associazione Sabir, Università della Calabria, Istituto comprensivo Alcmeone, Istituto comprensivo Don Milani, Arcidiocesi di Crotone – Santa Severina, Parrocchia Sacro Cuore e Comune di Crotone.Durante l’evento di lancio non è mancata la partecipazione di Impresa sociale Con i Bambini, rappresentata dalla dott.ssa Mariapaola Pietracci Mirabelli che ha sottolineato l’importanza di finanziare un progetto importante in un territorio fragile come Crotone. Con i Bambini intende “dare la possibilità agli enti territoriali e a chi lavora tutti i giorni con i ragazzi, chi vede le difficoltà e i bisogni che ci sono, di portare avanti iniziative innovative”, potenziando la comunità educante per ridare protagonismo ai giovani.L’obiettivo del progetto RI.PARTI.AMO. è, quindi, fare in modo che i cambiamenti che verranno apportati non si esauriscano con la fine del progetto, bensì siano generativi, producendo effetti positivi per tutta la comunità.