Crotone
Tempo di lettura: 1m 40s

Nuova toponomastica a Crotone: una via intitolata a monsignor Agostino

La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore alla Toponomastica Giovanni Greco, ha approvato una serie di intitolazioni di strade ed edifici cittadini. Il provvedimento segue il parere della Commissione Toponomastica e, come previsto dalla normativa, sarà richiesto il prescritto nulla osta alla Prefettura per procedere alla intitolazione.

Alla memoria di monsignor Giuseppe Agostino, già arcivescovo della Città, verrà intitolata una parte di via Miscello da Ripe nel tratto che va da via C. Colombo a Piazza Carlo Turano.

Ai Donatori di Organi di Crotone, la rotonda tra viale Gramsci e viale Magna Grecia.

A Giulio Nicoletta (1921-2009), medaglia d’argento al Valore Militare, il tratto di strada di via R. Geremicca che va da discesa Bastione Castello a via Felice Materna.

A Francesco Paglia, medaglia d’oro al valor civile il tratto di strada contiguo a Piazza Martire delle Foibe che va da via mons. A. Bello a via Giordano Bruno.

Ai giornalisti vittime della mafia: Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Giovanni Spampinato, Mario Francese, Giuseppe Fava, Giancarlo Siani, Mauro Rostagno e Giuseppe Alfano, una parte di via Antonio De Curtis.

A Francesco Cortese (1903-1967) il vico di piazza F. Bellusci

A Raffaele Lucente (1941-2020), l’area compresa tra corso Mazzini e via Carpino contigua allo spazio occupato all’asilo nido comunale.

A Gianluca Canonico, bambino vittima della mafia, sarà intitolato il laboratorio di aeronautica dell’Istituto di istruzione superiore “M. Ciliberto – A. Lucifero” di Crotone.

Ai militari italiani caduti durante la campagna di Russia della seconda guerra mondiale sul fronte Russo la piazza dove è ubicato il monumento ai caduti durante la campagna di Russia della seconda guerra mondiale nei pressi di piazza Nettuno.

Nell’istituto Comprensivo Statale “Vittorio Alfieri – Crotone,è prevista l’intitolazione delle aule ai “Martiri della Legalità”.

(foto Comune di Crotone)