Crotone,

Lettera in redazione, scuole ancora senza riscaldamenti: “I nostri figli in classe con plaid e borse di acqua calda”

archivio

“I genitori di Margherita e Pizzuta, sono costretti a tenere i propri figli a casa, perché nonostante i diversi solleciti, e diversi proclami, ancora dal Comune non è stato risolto il problema dei riscaldamenti nelle classi. Le classi sono fredde e stare cinque ore seduti nei banchi è difficile da sostenere per i bambini e ragazzi, che ieri 12 dicembre sono stati costretti a seguire le lezioni con addosso plaid e borse dell’acqua calda. Ci rendiamo conto che il compito del Commissario sia difficile, perché le problematiche della città sono tante, ma non possiamo permettere che i nostri ragazzi subiscono ancora questo disagio. Nelle contrade le temperature, soprattutto al mattino, sono più basse rispetto al centro e sopratutto l’umidità rende necessario che le aule siano calde, per il benessere dei nostri figli. Preghiamo che chi di dovere si dedichi a risolvere il problema al più presto, perché si sta negando un diritto universale dei bambini, quello allo studio. Ma come possiamo trasmettere ai nostri figli la fiducia nelle istituzioni se già da piccoli devono vedersi i propri diritti calpestati e il loro benessere messo a repentaglio in continuazione. Grazie dell’attenzione”.

Lettera firmata

Tag:

Aurum