Crotone,

Lettera di un viaggiatore: “Crotone, la bellezza che emoziona davvero”

Un twitt di Roberto G.

Cosa accade se invece di fidarti di classifiche e voci riportate riesci a vedere di persona, con i tuoi occhi, e farti una tua idea?

Potrebbe accadere quanto scrive su Twitter e altri social Roberto G. @r50, viaggiatore con la passione della conoscenza. Uno che scrive: «Mi piace girare per le strade, i bar e i mercati di paesi prima sconosciuti e parlare con la gente, come un “matto felice” e amico di tutti» e che ha deciso di trascorrere alcuni giorni a Crotone.

Partenza dall’aeroporto di Bergamo, arrivo nella città di Pitagora e poi via, a girovagare senza meta, solo per conoscenza e sapere (fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza) o se volete per dirla con lo scrittore Claudio Magris nel suo “Infinito viaggiare” (vincitore del Premio Crotone 2006): «Viaggiare non per arrivare ma per viaggiare, per arrivare più tardi possibile, per non arrivare possibilmente mai».

Roberto G. incarna di fatti il viaggiatore antropologo, che gira per conoscere, parla con gli autoctoni e alla fine confeziona una propria idea, un suo sentire sul luogo, sulla gente, la storia gli usi e i costumi. E alla fine del suo viaggiare per le vie e le persone della città, avendo immortalato con foto e video i momenti del suo “peregrinare” ecco cosa scrive su Twitter: «La vacanza nella bella Crotone, è terminata. Devo puntualizzare alcune cose.

Crotone è sempre citata nel fondo della classifica riguardo a studi sulla qualità della vita nelle città italiane.

Inoltre, viene citata in testa alla classifica delle città con maggiore quantità di denunce per reati vari. Per la precisione, al secondo posto dopo Reggio Calabria.

Leggendo certe cose il turista parte con delle informazioni fuorvianti, che posso inficiare un piacevole viaggio.

Mai avuto problemi di sicurezza, in ogni strada e ad ogni ora.

Cordialità assoluta da parte della gente.

Mai visto questuanti o persone dall’aspetto poco raccomandabile.

Credo ci sia una numerosa comunità di indiani e pakistani e si vedono spesso giocare al Cricket, sulla spiaggia.

Il centro ed il lungomare sono piacevoli. Il lungomare è ben organizzato e invita alle passeggiate.

Nelle periferie, ma non solo, c’è un po’ di degrado riguardo alla pulizia e manutenzione dei marciapiedi e segnaletica orizzontale mancante o da rifare perché semi scomparsa.

Mezzi pubblici efficienti.

Costo della vita, sorprendentemente conveniente.

Bellezze naturali, storiche e artistiche eccellenti.

L’aeroporto è a 20 minuti d’autobus. Ci sono i voli Ryanair per Bergamo, Pisa, Bologna e Nürenberg.

Insomma, altro che città negativa! Una città preziosa e che meriterebbe maggiore attenzione dalla politica nazionale, ma ciò vale per quasi tutto il Sud Italia».

Per seguire i viaggi di Roberto https://twitter.com/r50/media

Tag:

Aurum