Manchester,

Francesco e Giovanni: i crotonesi che a Manchester servono campioni (foto)

Giovanni Scaccianoce e Francesco Crocè

foto: CrotoneNews

Nel cuore di Manchester si parla crotonese. Loro sono Francesco Crocè e Giovanni Scaccianoce da qualche anno servono campioni e artisti di tutto il mondo nel famosissimo ristorante italiano “San Carlo”, considerato tra i top restaurant di Gran Bretagna. Francesco è partito un po’ prima e con qualche esperienza già nel settore della ristorazione. Giovanni ci ha messo un po’ a comprendere che probabilmente serviva sbarcare il lunario da un’altra parte e si è praticamente reinventato un mestiere. Come per quasi tutti gli italiani all’inizio la lingua è stato un problema, ma col passare del tempo si impara e tutto può diventare più facile. Ora Francesco e Giovanni lavorano nel prestigioso “San Carlo” al 40-42 di King Street West, a Manchester. Uno dei ristoranti che fa parte della catena fondata dal siciliano Carlo Distefano che a 17 anni ha lasciato l’isola della trinacria per trasferirsi in Inghilterra.

Francesco e Giovanni, oltre ad avere uno splendido rapporto con i colleghi di lavoro, spesso hanno il compito di servire i campioni del calcio, come le star del cinema e dello spettacolo.

“Io di calcio non ne capisco molto – ammette Giovanni – e spesso è Francesco a dirmi che magari la persona che stavamo servendo era Carlse Pujol, l’ex capitano del Barcellona, oppure Claudio Caniggia. Conoscevo, invece, l’allenatore del Manchester City, Guardiola, e con lui abbiamo parlato ovviamente in italiano ed è stata una bella esperienza”. Francesco, invece, rivolge il suo pensiero da dove è partito: “Tutto quello che ho imparato in questo settore lo devo alla famiglia Fusto che da decenni gestisce il Bar Columbus a Crotone”.

A Francesco e Giovanni è capitata anche la “fortuna” di avere ospiti del ristorante diversi calciatori della Nazionale italiana in occasione dell’amichevole Inghilterra-Italia, giocata proprio a Manchester. Bonaventura, Insigne e Donnarumma su tutti per esempio. Ma anche stelle del cinema come Dolph Lundgren, il famoso Ivan Drago di Rocky IV del “ti spiezzo in due”. E pochi giorni fa al “San Carlo” è arrivato anche lo storico leader dei Rolling Stones, Mick Jagger, ed toccato ad un incredulo Francesco Crocè servire un mostro sacro del Rock mondiale. A oltre 2700 chilometri di distanza Francesco e Giovanni portano Crotone nel cuore. I sacrifici sono tanti, ma a Manchester stanno bene e al “San Carlo” hanno di fatto trovato una seconda famiglia con la quale sono in perfetta sintonia.

 

 

Tag:, ,

Aurum